scambio informazioni ai fini fiscali
Spread the love
scambio d'informazioni a fini fiscali

Sono circa 113 i miliardi di dollari di entrate aggiuntive incassati dai Paesi membri negli ultimi dieci anni grazie allo scambio d’informazioni ai fini fiscali.

Un rapporto sul decimo anniversario della fondazione del Forum globale sulla trasparenza e lo scambio d’informazioni a fini fiscali ha inoltre rilevato una riduzione del 24% dei depositi bancari intestati a non residenti nei centri finanziari internazionali.

Collaborando attraverso il forum, 158 Paesi membri, hanno messo in atto migliaia di relazioni bilaterali di scambio d’informazioni finanziarie, consentendo 250.000 richieste negli ultimi dieci anni.

Lo scambio automatico d’informazioni, iniziato nel 2017, ha accelerato la tendenza. Il rapporto afferma che nel 2018 quasi 100 Paesi membri hanno scambiato automaticamente informazioni su 47 milioni di conti finanziari, coprendo un patrimonio totale di 4900 miliardi USD.

Il Forum globale è stato un punto di svolta”, ha affermato il segretario generale dell’OCSE Angel Gurría. “Grazie alla cooperazione internazionale, le autorità fiscali hanno ora accesso a un’enorme quantità d’informazioni che prima era fuori portata.

“Le autorità fiscali stanno parlando tra loro e i contribuenti stanno iniziando a capire che non è rimasto nulla da nascondere. I vantaggi per l’equità del sistema fiscale sono enormi. “

L’OCSE ha affermato che quasi tutti i membri del Forum globale hanno eliminato il segreto bancario a fini fiscali, con quasi 70 giurisdizioni che hanno modificato le loro leggi dal 2009.

Quasi tutti i membri proibiscono le azioni al portatore – in precedenza un ostacolo di vecchia data agli sforzi di conformità fiscale – o assicurano che i proprietari possano essere identificati.

Dal 2017, i membri hanno anche dovuto garantire la trasparenza dei beneficiari effettivi delle persone giuridiche, quindi questi non possono essere utilizzati per nascondere la proprietà ed eludere le tasse.

“Gli evasori fiscali continuano a voler sfruttare qualsiasi nuova scappatoia o debolezza nei quadri legali e normativi in ​​tutto il mondo. La cooperazione internazionale dovrebbe rimanere forte per colmare le lacune rimanenti nel sistema e prevenire nuove strategie di evasione e elusione fiscale “.

A tal fine, il Forum globale intende proseguire il processo di revisione tra pari per garantire l’efficacia dello scambio d’informazioni e rafforzare i quadri e le prassi regolamentari nei paesi in via di sviluppo.

Di Andy

International Tax Planner and Offshore Provider www.prestige-planning.com