sand dollar
Spread the love

La Banca Centrale delle Bahamas è l’ultima istituzione finanziaria nazionale a lanciare una moneta digitale sostenuta dallo Stato.

Il cosiddetto “Sand Dollar”, in cui cambio è ancorato al dollaro delle Bahamas (che a sua volta è  ancorato al dollaro USA), è ora disponibile per tutti i 393.000 residenti delle Bahamas. 

Mentre un certo numero di paesi in tutto il mondo hanno fatto passi avanti verso l’emissione di valute digitali attraverso la propria banca centrale, le Bahamas potrebbero essere il primo paese a lanciare con successo una programma di moneta digitale completa funzionante.

L’annuncio della nuova moneta è arrivato in un post del 20 ottobre su Facebook del “Progetto Sand Dollar”. 

La valuta digitale può essere inviata e ricevuta tramite un’applicazione smartphone e può essere utilizzata presso qualsiasi commerciante “con un portafoglio elettronico approvato dalla Banca Centrale sul proprio dispositivo mobile”.

Il Sand Dollar è destinato a promuovere l’inclusione finanziaria in tutta la regione dell’arcipelago caraibico, che è composta da oltre 700 isole, di cui più di 30 sono abitate.

Il sito ufficiale del progetto informa che le commissioni sulle transazioni del Sand Dollar sono “trascurabili”. 

Il progetto è stato lanciato in collaborazione con i sistemi di pagamento wireless decentralizzati NZIA, che ha agito come fornitore di soluzioni tecnologiche per l’introduzione della moneta digitale.

Secondo quanto riportato da CoinTelegraph, la banca centrale delle Bahamas si stava preparando a questo progetto da diversi anni.

La banca ha lanciato un programma pilota nel 2019, emettendo 48.000 Sand Dollar sulle isole di Exuma e Abaco, le quali hanno una popolazione complessiva di meno di 25.000 abitanti.

Il “Sand Dollar” si unisce a un numero crescente di progetti di valuta digitale che sono emersi dalle istituzioni finanziarie della regione caraibica.

L’anno scorso la Eastern Caribbean Central Bank (ECCB) ha lanciato un proprio progetto di valuta digitale, il progetto pilota DXCDCaribe. 

Il nome del progetto, DXCD, combina la “D” (che rappresenta la parola “digitale”) con “XCD” – il codice valutario internazionale per il dollaro dei Caraibi orientali.

Al momento del lancio del progetto, l’ECCB ha dichiarato che “DCash sarà emesso dall’ECCB e distribuito da istituti finanziari bancari e non bancari autorizzati nell’Eastern Caribbean Currency Union (ECCU). Sarà utilizzato per le transazioni finanziarie tra consumatori e commercianti, per le transazioni people-to-people (P2P), tutte utilizzando dispositivi intelligenti”.

Un certo numero di progetti CBDC sono in fase di sviluppo anche in altre nazioni. Forse il più notevole è lo yuan digitale cinese, attualmente in fase di test.

Ti potrebbero interessare anche questi articoli su Bahamas.

Fonte: Finance Magnate

Di Andy

International Tax Planner and Offshore Services Provider.