Istanbul Finance Center
Spread the love

Un progetto di legge che dovrebbe essere presentato al Parlamento entro giugno prevede ampie esenzioni fiscali per le società che opereranno nell’Istanbul Finance Center (IFC).

Situato nel distretto di Ataşehir, l’IFC comprenderà 1,4 milioni di metri quadrati di uffici e ospiterà fino a 50.000 dipendenti al giorno.

Comprenderà anche un centro commerciale di 100.000 metri quadrati, un centro congressi in grado di ospitare fino a 2.100 persone e un hotel a cinque stelle di 30.000 metri quadrati, il tutto creato all’interno di un modello di “smart city”.

Il volume d’affari annuale generato dall’IFC, che opererà come i suoi omologhi di Londra, Singapore e Dubai, è stimato a circa 15 miliardi di dollari.

Il lavoro sulle rispettive legislazioni, in corso da due anni e coordinato dalla presidenza, dal Ministero delle Finanze e da alti funzionari del Partito per la Giustizia e lo Sviluppo (AKP), sta per essere completato, per poi essere trasmesso al Parlamento per l’approvazione.

Il disegno di legge include disposizioni relative alle esenzioni da concedere e alla gestione dell’IFC.

Secondo il disegno di legge, fino al 75% delle entrate delle società finanziarie che opereranno nell’IFC sarà esente da imposte.

Tali società potranno offrire servizi finanziari a clienti non residenti in Turchia.

Anche quasi tutti i ricavi generati dalle operazioni condotte dalle società, che sono considerate esportazioni di servizi, saranno esenti da imposte.

Il disegno di legge include anche norme relative al personale che lavora nell’IFC. 

Circa il 60% degli stipendi di coloro che hanno almeno cinque anni di esperienza lavorativa all’estero e l’80% degli stipendi con 10 anni di esperienza saranno esentati da imposte.

Le società finanziarie che operano nell’Istanbul Finance Center godranno anche di altri incentivi, tra cui la concessione di finanziamenti in base al numero di dipendenti.

L’IFC opererà come sussidiaria del Turkey Wealth Fund (TFV) e una società fondata dal TFV supervisionerà la gestione del centro finanziario.

L’IFC riunirà banche pubbliche e private, società di gestione patrimoniale, società di brokeraggio, compagnie assicurative e società di servizi professionali, oltre a istituzioni finanziarie turche e internazionali.

La Banca centrale, l’Agenzia per la regolamentazione e la vigilanza bancaria (BDDK), il Consiglio per i mercati dei capitali (SPK), la Borsa Istanbul, la Ziraat Bank, di proprietà statale, la Halkbank e la Vakıfbank avranno uffici nel centro finanziario.

Di Andy

International Tax Planner and Offshore Services Provider.