Hong Kong valuta digitale
Spread the love

Hong Kong inizierà a testare una valuta chiamata e-HKD, un’incarnazione digitale del dollaro di Hong Kong. 

La sperimentazione sarà facilitata dall’adozione di emendamenti legislativi e dalla costruzione dell’infrastruttura digitale necessaria a sostenere il progetto, lo ha annunciato l’Autorità monetaria di Hong Kong (HKMA).

La fase pilota arriva dopo le consultazioni condotte per raccogliere feedback sulla domanda potenziale, sugli aspetti legati alla privacy e su altre questioni che potrebbero sorgere intorno all’emissione di una moneta digitale della banca centrale (CBDC). 

Howard Lee, vice direttore generale della HKMA, che svolge il ruolo di banca centrale, ha precisato che:

“Anche se potrebbe non esserci un caso d’uso imminente per l’e-HKD, tenendo conto dei risultati del nostro studio e dei feedback provenienti dalla consultazione del mercato e dallo sviluppo internazionale, la HKMA inizierà a preparare la strada per l’implementazione dell’e-HKD e si preparerà per il futuro lancio”.

L’alto funzionario ha anche osservato che molte giurisdizioni stanno già esplorando le opportunità offerte da CBDC. I partecipanti alle consultazioni tenute dall’autorità bancaria hanno espresso la preoccupazione che Hong Kong sia in ritardo e debba mettersi al passo con la tendenza internazionale.

Gli esperimenti coinvolgeranno banche selezionate, fornitori di pagamenti e aziende tecnologiche. Queste entità esamineranno l’uso della moneta digitale tra i loro dipendenti e un piccolo numero di clienti, ha precisato Lee.

“Lo scopo dell’introduzione dell’e-HKD è quello di offrire una maggiore scelta ai clienti”, ha aggiunto il vice direttore generale. Ha inoltre sottolineato che la mossa non interesserà le tre banche di Hong Kong che emettono banconote.

Dopo la fase pilota, l’Autorità Monetaria di Hong Kong stabilirà la tempistica per il lancio della valuta digitale, ha dichiarato Colin Pou, direttore esecutivo per le infrastrutture finanziarie dell’HKMA. 

Il regolatore ha annunciato per la prima volta il piano CBDC nel giugno 2021, come parte della strategia Fintech 2025. A ottobre è stato pubblicato un libro bianco e le consultazioni si sono concluse a maggio.

Decine di banche centrali in tutto il mondo stanno studiando le valute digitali e stanno prendendo provvedimenti per crearne di proprie. 

La People’s Bank of China (PBOC) ha condotto programmi pilota per il suo yuan digitale (e-CNY) in diverse città e recentemente ha annunciato l’espansione dell’area pilota in quattro di esse a livello di provincia.

Anche Hong Kong ha condotto test su piccola scala con l’e-CNY quest’anno, ha rivelato Howard Lee all’inizio del mese. 

La scorsa estate, le autorità finanziarie della regione hanno dichiarato che collegheranno lo yuan digitale al sistema di pagamenti nazionale. 

Oltre alla cooperazione con la PBOC, la HKMA ha lavorato anche con le banche centrali della Thailandia e degli Emirati Arabi Uniti sui pagamenti trans-frontalieri in CBDC.

Honhttps://www.prestigeintercorp.com/hong-kong

Di Andy

International Tax Planner and Offshore Services Provider.