DIFC
Spread the love

Il Dubai International Financial Centre (DIFC) ha riportato la sua migliore performance annuale fino ad oggi, raggiungendo i suoi obiettivi di crescita della strategia 2024 tre anni prima del previsto durante la prima metà del 2021.

Il DIFC ha registrato 996 registrazioni di società l’anno scorso, il più alto mai registrato in un singolo anno per il centro, un aumento del 36% dal 2020.

La crescita del numero di società è più del triplo del numero medio dell’ultimo decennio.

Il numero totale di imprese attive registrate che operano nel DIFC è aumentato del 25% portandosi a 3.644 entità da 2.919 del 2020.

Nel 2021, il DIFC ha anche registrato il suo più alto reddito annuale e l’utile operativo di sempre.

Le entrate sono aumentate del 16% a 897 milioni (AED) su base annua rispetto a 774 milioni (AED) nel 2020, e in aumento del 7% rispetto a 838 milioni (AED) nel 2019 (livelli pre-pandemia).

L’aumento delle entrate e le misure di controllo dei costi hanno portato a un aumento dell’utile operativo. L’utile operativo per il 2021 ha raggiunto 573m, con un aumento del 26% rispetto a 457m nel 2020 e in crescita del 13% rispetto a 510m nel 2019. Per la prima volta, le attività totali hanno superato 14.80bn ($4bn), il che riflette la forte posizione finanziaria di DIFC.

Le attività bancarie totali registrate nella DIFC sono aumentate a 198,5 miliardi di dollari da 189,4 miliardi di dollari nel 2020, in aumento del 5%. Questo rappresenta circa il 20% delle attività bancarie consolidate del settore finanziario degli Emirati Arabi Uniti.

I gestori patrimoniali con sede a DIFC hanno investito 151,4 miliardi di dollari nel 2021 rispetto ai 145,6 miliardi di dollari del 2020, con un aumento del 4%. I premi lordi per il settore assicurativo hanno raggiunto 1,8 miliardi di dollari, passando da 1,7 miliardi di dollari nel 2020, con un aumento dell’8%.

La performance, che riflette il successo delle misure strategiche intraprese per far crescere la comunità DIFC sotto le direttive di Sua Altezza lo Sceicco Maktoum bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum, vice sovrano di Dubai, vice primo ministro, ministro delle finanze e presidente del Dubai International Financial Centre (DIFC), contribuisce significativamente all’economia degli UAE e posiziona il centro come un attore significativo nel settore finanziario globale.

Gli eccezionali risultati del DIFC sono anche una testimonianza della fiducia che le imprese locali, regionali e globali hanno riposto nel Centro come un hub dell’industria finanziaria che promuove la crescita e l’impresa. Il continuo successo del DIFC è stato anche guidato dalle partnership solide e durature che Dubai ha costruito con le principali società finanziarie globali, fornendo loro l’infrastruttura di alta necessaria per aumentare la loro competitività in un settore in evoluzione.

Tra le sue 3.644 entità, il DIFC ospita 17 delle 20 banche più importanti del mondo, 25 delle 30 banche strategiche mondiali, cinque delle 10 compagnie di assicurazione più importanti, cinque dei 10 gestori patrimoniali più importanti e molti studi legali e di consulenza globali.

Una crescita significativa è stata raggiunta in tutti i settori di attività, tra cui quello bancario, dei mercati dei capitali, della gestione patrimoniale e dei servizi professionali. Un numero esponenziale di nuovi clienti è arrivato dai settori FinTech e Innovazione.

Oltre al successo del DIFC nel raggiungere i suoi obiettivi di crescita 2024 con tre anni di anticipo, l’anno scorso ha visto anche l’approvazione della Strategia 2030. La nuova strategia riflette l’importante ruolo della DIFC nel sostenere una crescita economica sostenuta e nel differenziare ulteriormente Dubai come un hub globale per le istituzioni finanziarie, le imprese FinTech e le società di innovazione. La strategia abbraccia la legge n. (5) del 2021 relativa ai compiti e alle responsabilità ampliate del DIFC e promuove i valori di efficienza, trasparenza e integrità.

Come parte della Strategia 2030 del Centro, l’anno scorso ha visto il lancio del DIFC Innovation Hub, il più grande cluster di aziende FinTech e di innovazione della regione.

L’ambiziosa Strategia 2030 vedrà diventare il DIFC un hub globale per il business e l’innovazione, che permetterà al centro di raddoppiare le sue dimensioni e il suo contributo economico al PIL di Dubai.

https://www.prestigeintercorp.com/emirates

Di Andy

International Tax Planner and Offshore Services Provider.