cumulo accertamenti
Spread the love

Cornuto e mazziato: passa il cumulo degli accertamenti.

Non si giustifica l’accertamento da redditometro con redditi già accertati e definiti con altre metodologie. Questo, in sintesi, è quanto afferma la Corte di Cassazione con la sentenza 21412/2020 depositata il 6 ottobre 2020. 

Ma vediamo di andare con ordine e capirci qualcosa.

Il sig. X è socio di maggioranza di una srl soggetta ad accertamento fiscale. Da tale accertamento risultano evidenti omessi ricavi in nero che prontamente vengono definiti tramite conciliazione giudiziale. 

E fin qui, possiamo senza dubbio affermare non vi sia nulla di strano. La srl ha avuto ricavi in nero, li hanno beccati, ed hanno quindi definito e chiuso la questione. Ma ora viene il bello.

Contestualmente all’accertamento sulla srl viene anche avviato un accertamento da redditometro sul socio di maggioranza. Il redditometro dimostra che le spese sostenute non sono coerenti con i redditi (personali) del sig. X. 

Maggiori redditi disponibili chiaramente derivanti dal “nero” già contestato e definito della srl. 

Non appare però così evidente per l’Agenzia delle Entrate, la quale eccepisce che il reddito non dichiarato della srl, non rettifica le maggiori disponibilità del socio. 

Orientamento in questo caso condiviso dalla Cassazione. 

Questa sentenza lascia perplessi, in quanto sembra evidente che i maggiori consumi del sig. X derivano dalle somme evase, poi emerse e tassate per effetto di altro accertamento. 

Non si comprende perché il contribuente debba essere sanzionato due volte attraverso il cumulo degli accertamenti.

La pronuncia ci ricorda ancora una volta come fare business in Italia sia molto pericoloso per il portafoglio. 

Questo non significa necessariamente che non si possa avere un’azienda in Italia, ma semplicemente che, come imprenditore, devi imparare a proteggere i tuoi beni, i tuoi asset anche da sentenze assurde come questa. 

Devi inoltre anche capire, te lo devi proprio stampare in testa, che “il nero” inteso come la classica vendita senza fattura va eliminato dal proprio vocabolario.

Trent’anni anni fa il nonno ed il papà lavoravano così portando le borse di cash a Lugano?

Sì trent’anni fa.

E 30 anni fa io ti avrei mandato questa lettera per posta dopo averla battuta a macchina. 

I tempi cambiano, le tecnologie cambiano, le tecniche di indagine cambiano. 

Gli strumenti per ottimizzare fiscalmente una società, per ridurre il carico fiscale ci sono.

Basta pianificare in maniera strategica le proprie operazioni, rendendo l’azienda internazionale. 

https://it.prestigeintercorp.com/welcome

Di Andy

International Tax Planner and Offshore Services Provider.